Categoria: Aforismi e dintorni

Levon Aronian

(Erevan, 6 ottobre 1982), è uno scacchista armeno, Grande maestro. Considerato il migliore giocatore che il suo paese abbia avuto dopo Tigran Petrosian, è da molti anni ai vertici della classifica mondiale.

Levon Aronian

Nell’intervista rilasciata al giornale armeno Champord nell’ottobre 2017 dice:
‘Una partita a scacchi è un indovinello’

Lewis Carroll

Lewis Carroll, pseudonimo di Charles Lutwidge Dodgson (Daresbury, 27 gennaio 1832 – Guildford, 14 gennaio 1898), è stato uno scrittore, matematico, fotografo, logico e prete anglicano britannico. È celebre soprattutto per i due romanzi ‘Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie’ e ‘Attraverso lo specchio’.

Lewis Carroll

Lewis ha dato un contributo significativo agli scacchi. Nel suo romanzo ‘Attraverso lo specchio’ viene descritta una partita di scacchi dove Alice è un pedone bianco che attraversa l’intera scacchiera, interagendo con pezzi/personaggi fino a diventare regina.
Carroll ha trovato negli scacchi un modo imbattibile per trasmettere – con una sorta di magia speciale – certe idee e valori e sembra invitarci a riflettere sul fatto che sarà sempre possibile partecipare a una realtà diversa, che è molto più vicina a noi di quanto noi tendiamo a credere.

Johannes Zukertort

Johannes Hermann Zukertort (Lublino, 7 settembre 1842 – Londra, 20 giugno 1888) è stato uno scacchista polacco di origine ebraica considerato fra gli anni 1870 – 1886 il numero due al mondo, alle spalle di Wilhelm Steinitz, col quale disputò nel 1886 il primo campionato del mondo ufficiale.

Johannes Zukertort

A lui viene attribuita questa frase: ‘Il gioco degli scacchi è una battaglia contro l’errore.‘

Vasilij Smyslov

Vasilij Vasil’evič Smyslov (Mosca 24 marzo 1921, Mosca 27 marzo 2010) è stato uno scacchista russo, settimo Campione del mondo dal 1957 al 1958. È stato candidato per il Campionato del mondo di scacchi in otto occasioni.

Vasilij Smyslov

Nell’intervista condotta dal giornalista e poeta russo Vladimir Anzikeev per Shakhmatnaya Nedelia (Settimana degli scacchi) del 2003, Vassily ebbe a dire:
‘Come ogni attività umana, gli scacchi hanno due origini: il divino e il diabolico. Gli scacchi come arte hanno un’origine divina, mentre gli scacchi come sport (quando la vittoria conta a tutti i costi sacrificando la bellezza del gioco), scaturiscono dal Diavolo.’

Tim Rice

Sir Timothy Miles Bindon Rice (Shardeloes, 10 novembre 1944) è un conduttore radiofonico, autore televisivo e paroliere inglese.
È soprattutto conosciuto come l’autore di testi per musical quali Jesus Christ Superstar, Evita, Chess.

Tim Rice

A lui viene attribuito il seguente aforisma:
‘Gli scacchi è l’unico gioco più grande dei suoi giocatori.’

Anatolij Karpov

Anatolij Evgen’evič Karpov (Zlatoust, 23 maggio 1951) è uno scacchista e politico russo, fino al 1992 sovietico. Grande Maestro Internazionale dal 1969, fu campione del mondo dal 1975 al 1985 per l’URSS e campione del mondo FIDE dal 1993 al 1999 per la Russia.

Anatoly Karpov

Nell’intervista di Piergiorgio Odifreddi del 2005 esprime così il suo modo di interpretare una partita di scacchi: ‘La gente in genere associa l’arte alla tattica e la razionalità alla strategia e crede che la bellezza sia solo nella tattica. Io invece amo una combinazione di belle tattiche con profonde strategie; mi piace cercare di imporre una linea strategica, e fare ricorso alle tattiche solo per modificarla se si rivela inadeguata.’

Edgar Allan Poe

(Boston, 19 gennaio 1809 – Baltimora, 7 ottobre 1849) è stato uno scrittore, poeta, critico letterario, giornalista, editore e saggista statunitense.

Edgar Allan Poe

Nel suo libro “Il Giocatore di Scacchi di Maelzel” del 1836 affronta, da molti punti di vista e in maniera rigorosa, la questione del giocatore di scacchi automatizzato. Dall’osservazione e dallo studio, trae sue interpretazioni come la seguente: ‘In una partita a scacchi, più si procede, più aumenta l’incertezza di ogni mossa successiva. Dopo qualche mossa, tutte le seguenti sono ipotetiche.’

Domenico Ponziani

Domenico Lorenzo Ponziani (Modena, 9 novembre 1719 – Modena, 15 luglio 1796) è stato un professore di diritto, sacerdote, compositore e teorico di scacchi.
Nel suo libro “Il giuoco incomparabile degli scacchi sviluppato con nuovo metodo” del 1769 si legge: ‘Il giuoco degli scacchi, viva immagine della guerra e non equivoca dell’umana sagacità, fu sempre la delizia dei grandi e dei dotti.’

Akiba Rubinstein

Akiba Kivelovič Rubinstein (Stawiski, 12 dicembre 1882 – Anversa, 14 marzo 1961) è stato uno scacchista polacco, tra i più famosi dell’inizio del XX secolo.

Akiba Rubinstein

In un suo articolo per la ‘Deutsche Zeitung Bohemia’ scrisse:
‘Gli scacchi non sono solo arte, ma anche scienza. Combattimento e vittoria hanno luogo su base scientifica.’

Bertrand Russell

Bertrand Arthur William Russell (Trellech, 18 maggio 1872 – Penrhyndeudraeth, 2 febbraio 1970) è stato un filosofo, logico, matematico, attivista e saggista gallese. Fu anche un autorevole esponente del movimento pacifista e un divulgatore della filosofia.

Bertrand Russell

Nel suo libro “Saggi scettici” del 1928 si legge:
‘Di due attività che gli siano state insegnate, l’uomo generalmente preferisce la più difficile: nessun giocatore di scacchi gioca a dama.’