Categoria: dai Media

Le partite più istruttive di Magnus Carlsen

Kravtsiv Martyn
Le partite più istruttive di Magnus Carlsen
Caissa Italia 2024

Magnus Carlsen è il più grande giocatore di scacchi del 21° secolo. La sua magia tattica, l’inventiva strategica, la competenza tecnica e il leggendario spirito combattivo lo pongono una spanna sopra tutti gli altri giocatori. Inoltre rendono i suoi giochi tremendamente istruttivi.
Per estrarre le migliori lezioni da questo straordinario materiale originale, Gambit ha incaricato Martyn Kravtsiv, un gran maestro ucraino della stessa generazione di Carlsen (in effetti, sono nati a pochi giorni di distanza). Ha commentato queste 42 partite da una prospettiva assolutamente moderna e con un’innata comprensione dell’impatto che il gioco di Carlsen ha avuto sugli scacchi moderni.
In ogni partita Kravtsiv individua un punto chiave – il Momento Magnus – in cui dimostra l’intuizione speciale che lo distingue dagli altri giocatori. Magari chiarisce una situazione ingarbugliata, confidando nelle sue capacità tecniche. Oppure sacrifici per ottenere occasioni concrete in una partita che non è andata secondo i piani. In tutto il gioco, l’enfasi è su come Carlsen rende la vita difficile ai suoi avversari in ogni modo possibile, qualunque sia la valutazione oggettiva della posizione sul tabellone.
Ogni partita è una lezione a tema su un importante argomento di scacchi. La maggior parte del libro affronta la lotta per il vantaggio e l’iniziativa nel mediogioco, ma ci sono anche capitoli incentrati sulle idee di apertura, sul gioco finale e sui fattori umani.

I geni degli scacchi. Storie, follie e stravaganze dei grandi maestri

Adolfo Mollichelli
I geni degli scacchi. Storie, follie e stravaganze dei grandi maestri
Diarkos 2023

«Non c’è nulla di anormale nel fatto che un giocatore di scacchi sia anormale: è normale!» Vladimir Nabokov, il celebre autore di Lolita, descrive così la naturale essenza dello scacchista: il genio come requisito minimo, la follia come malattia professionale: elementi comuni a tutti i più grandi maestri di questa disciplina antica e unica. A cominciare dall’americano Paul Morphy, che cominciò ad avvertire disturbi mentali proprio agli albori del professionismo, e arrivando al russo Alexander Alekhine, che spesso si presentava ubriaco ai tornei, passando per “Mago di Riga” Michail Tai – una vita, la sua, spesa tra tornei, tanti amori e beffe al KGB – e il celebre Bobby Fischer, tra i più geniali e stravaganti di tutti i tempi, l’alfiere del mondo occidentale in contrapposizione all’ineguagliabile scuola russo-sovietica. Senza dimenticare campionesse straordinarie come Clarice Benini e Judith Polgar. Il mondo degli scacchi è violenza e strategia, adrenalina e concentrazione, scienza e creatività, capaci di attrarre e suggestionare anche chi non ha mai mosso un pedone su una scacchiera. Conferma data dal successo planetario ottenuto dalla serie tv Netflix La regina degli scacchi, che ha riattivato e diffuso l’interesse per questo sport tra i più giovani. In un libro denso di storia, aneddoti, curiosità e retroscena, Adolfo Mollichelli apre le porte di questo gioco magico a qualsiasi tipo di lettore, dal neofita al curioso, dall’appassionato al giocatore più accanito.

Il gioco immortale. Storia degli scacchi

David Shenk
tradotto da Lorenzo Flabbi
Il gioco immortale. Storia degli scacchi

Mondadori 2021

Una panoramica completa di un gioco avvincente che parte dalla Persia del V secolo e arriva ai giorni nostri e che, tra aneddoti curiosi e personaggi, illumina la nostra comprensione della guerra, dell’arte, della scienza e della mente umana.
Nel corso della millenaria vicenda dell’uomo i giochi sono andati e venuti, sottoposti a mode e gusti. Gli scacchi no: da oltre millecinquecento anni continuano ad affascinare personaggi d’ogni rango e livello culturale in qualsiasi angolo del mondo. Perché sessantaquattro caselle e una manciata di statuine sono stati così difficili da cancellare dall’immaginazione umana? È quello che si è ripromesso di scoprire David Shenk in questa appassionante storia degli scacchi. Una introduzione non tecnica a un gioco avvincente che, tra aneddoti curiosi e personaggi, illumina la nostra comprensione della guerra, dell’arte, della scienza e della mente umana.

Magnus Carlsen – The Chess DNA of a Genius

Muller Karsten
Magnus Carlsen – The Chess DNA of a Genius
Joachim Beyer Verlag 2023

Dato che esiste già così tanta letteratura su Magnus Carlsen, ci si chiede perché l’autore abbia aggiunto ancora un altro libro. – Perché trovava estremamente interessante osservare il gioco strategico di un genio attraverso la lente del cosiddetto ‘modello dei quattro tipi di giocatori’. E di conseguenza, è effettivamente riuscito a illustrare sia i punti di forza eccezionali che l’universalità del 16esimo campione del mondo.
Ma anche se il lettore non è necessariamente interessato a questo approccio, potrebbe comunque considerare il libro come un testo sulla strategia, estremamente utile, dato quanto sono istruttivi i giochi di Magnus Carlsen. Perché secondo il suo stile padroneggia come nessun altro molti metodi strategicamente indispensabili ed efficaci (ad esempio la profilassi attiva, il gioco di pressione strategico, ecc.).
Per andare più in profondità, l’autore ha formulato numerose regole pratiche chiare e significative sui vari argomenti. Tuttavia non manca di sottolineare che negli scacchi conoscere a memoria questa o quella regola non è la cosa più importante. Piuttosto è fondamentale allenare il proprio intuito a riconoscere nel modo più affidabile possibile quando si ha a che fare con un caso standard e quando con un’eccezione. E poiché le abilità di Magnus Carlsen possono anche essere descritte come assolutamente brillanti sotto questo aspetto, è ovvio che qualsiasi lettore che approfondisca un po’ più a fondo i giochi di Carlsen può imparare molto sulle sottigliezze degli scacchi da uno dei più grandi giocatori di tutti i tempi.
Ogni capitolo è completato da esercizi relativi all’argomento. E i pratici codici QR facilitano il lavoro direttamente sullo smartphone quando non c’è una tavola a portata di mano

Quando la montagna dà scacco matto… La breve carriera scacchistica di Julius Perlis

Colombo Fabio
Quando la montagna dà scacco matto… La breve carriera scacchistica di Julius Perlis
2023

Il mondo degli scacchi è ricco di personaggi, molti dei quali “illustri sconosciuti” a quasi tutti noi, che hanno lasciato il segno, più o meno importante, nella storia del nostro nobile gioco. Per la maggior parte di essi gli scacchi hanno rappresentato e rappresentano la loro professione; per altri il nobile gioco non fu la loro principale fonte di guadagno in quanto svolgevano un altro lavoro.
Julius Perlis fu un forte giocatore di scacchi; tuttavia il suo potenziale non potè esprimersi totalmente. Questo scacchista polacco può essere considerato un dilettante (in grado però di sconfiggere chiunque dei migliori giocatori del mondo) in quanto era molto assorbito dalla sua professione (era laureato in giurisprudenza) che svolgeva a Vienna presso uno studio legale. Inoltre morì giovane, a trentatre anni, mentre si dedicava all’altra sua passione oltre gli scacchi, l’alpinismo.
Su di lui non sono stati scritti libri. Questa breve biografia, corredata da numerose partite da lui disputate tra il 1902 ed il 1913, alcune delle quali con i commenti dell’epoca, vuole quindi essere un tributo alla sua memoria.

Schemi di attacco nelle Siciliane – arrocchi eterogenei

Yakovich Yuri
Schemi di attacco nelle Siciliane – arrocchi eterogenei
Le Due Torri 2023

Questo libro tratta i metodi di gioco nella Siciliana con arrocchi eterogenei. Per combattere il Dragone, la Najdorf, la Scheveningen, il sistema Taimanov e nell’attacco Richter-Rauzer, l’arrocco lungo è oggettivamente la scelta più forte.
Come si fa a imparare a giocare bene queste posizioni? Si potrebbe prendere un libro di aperture e provare a scegliere e ricordare le varianti rilevanti, ma sono pochi i benefici che derivano da un simile metodo di studio.
Oltre trent’anni di studio e pratica della Difesa Siciliana, assieme al mio lavoro di allenatore di Grandi Maestri e giovani campioni russi, europei e mondiali, mi hanno aiutato a elaborare il seguente schema per lo studio delle aperture, che secondo me è decisamente più efficace.
Prima di tutto, usando chiare partite illustrative, analizziamo i metodi di attacco tipici in tutte le diverse strutture pedonali che possono emergere dall’apertura. Spesso la descrizione dettagliata dei piani e delle idee tematiche di attacco e difesa dei due schieramenti insegnano più delle varianti concrete. Ritengo che questo metodo permetta al giocatore di prendere decisioni corrette sulla scacchiera, anche nei casi in cui si sia dimenticato (o non avesse mai imparato) le varianti concrete. Nella maggioranza dei casi, in una posizione della Siciliana con arrocchi eterogenei, è ovviamente impossibile calcolare tutte le varianti fino al termine In una lotta con chances per entrambi gli schieramenti, sarà avvantaggiato il giocatore che conosce meglio le idee strategiche e tattiche del sistema. L’analisi delle partite incluse in questo libro vi aiuterà a migliorare la vostra padronanza nel condurre una lotta complicata, vi insegnerà a valutare meglio l’esito di posizioni complesse e oscure, nonché a scegliere i metodi più efficaci di attacco e difesa nei diversi sistemi della Siciliana, anche nei casi in cui non abbiate studiato a sufficienza le varianti concrete.

A scuola con gli Scacchi – Corso per bambini con esercizi

Tobias Hirneise
A scuola con gli Scacchi – Corso per bambini con esercizi
Le Due Torri 2023

Impara le regole degli Scacchi passo dopo passo!
Come muovono i pezzi
Trucchi e consigli
Più di 150 esercizi
Impara divertendoti
Questo libro è stato pensato e stampato in funzione delle modalità di apprendimento più adatte ai bimbi: nasce in formato “quadernone”, con illustrazioni fumettistiche e con esercizi interattivi: chi li risolve viene premiato con uno ”sticker” (adesivo) che tanto piace ai bambini, da attaccare sulla pagina risolta e al termine del percorso riceve la “Patente da Scacchista” firmata dal suo Allenatore/Istruttore.

Brick for stone

Alessandro Barbero
Brick for stone
Sellerio Editore 2023

È l’anno fatidico 2001. A New York, Harvey Sonnenfeld, agente CIA messo un po’ in disparte ma carico di esperienza, ha un’intuizione, una di quelle convinzioni tenaci che non si sa da dove vengano ma che possono essere più radicate di un ragionamento articolato: ci sarà un attentato. «New York conta un bel po’ di milioni di abitanti, e nessuno può sapere esattamente quanti stanno preparando un attentato. Loro sono qui e io prima o poi li annuserò». Ingaggia allo scopo un gruppo di persone tanto assurdo quanto efficace. Bobby Fischer, l’unico americano della storia campione mondiale di scacchi, paranoico, ma capace di anticipare un migliaio di mosse; l’immigrato russo Kozlov, un ubriacone, proveniente dall’Afghanistan, ingegnere esperto di ogni tipo di attentato; il professor Koselleck, cacciato dall’università a causa di una condanna per stalkeraggio contro la moglie, il massimo studioso del pianeta di graffiti offensivi e scritte oscene. Intanto un’ombra si aggira, un altro gruppo affaccendato a tessere una rete di contatti; per loro non è il 2001 ma l’anno 1421 dall’Egira. L’improbabile squadra di Harvey Sonnenfeld da un labile indizio scovato in metropolitana e una conversazione captata per caso, dà l’avvio a una corsa contro un tempo immaginario, in cui si profilano minuziosamente terroristi costruiti sull’equivoco. Siamo arrivati a settembre. La fine è nota. Ma il racconto è pieno di tensione e di sorprese, e pervaso dall’ironia di chi, come Alessandro Barbero, sa guardare alla storia con disincanto. E il desiderio di complotti produce le sue conseguenze, mentre la realtà va pericolosamente, indisturbata, per conto suo.

L’ascesa della regina degli scacchi. Trame scacchistiche del sec. XV

Godena Michele, Codenotti Bruno
L’ascesa della regina degli scacchi. Trame scacchistiche del sec. XV
Caissa Italia 2023

Messer Giovanni Franchi è il tutore di Ludovico, giovane rampollo di una nobile casata. L’amore per il gioco degli scacchi lo ha portato alla rovina, a causa dell’imbroglio patito da un giocatore spagnolo di nome Cesch.
Quando l’allievo gli appare annoiato, Giovanni non resiste alla tentazione di trasmettergli la sua antica e ormai quasi sopita passione. Ne nascono pagine di complicità tra i due, e insospettabilmente anche con la madre di Ludovico, finché il destino non riporta il maestro e Cesch a confronto.